Messa a disposizione 2017/18: i requisiti per inviarla

di: -
Messa a disposizione 2017/18: i requisiti per inviarla

La messa a disposizione chi può farla? Tanti aspiranti docenti vogliono inviare la messa a disposizione, cioè la propria disponibilità all'insegnamento alle scuole. Quali sono i requisiti per inviarla?

 

Modulo messa a disposizione scuola

 

Il requisito indispensabile per poter inviare la messa a disposizione è almeno il diploma, soprattutto per la messa a disposizione ATA. Per candidarsi a ruoli di insegnamento, la laurea non è indispensabile, in quanto può succedere che vengano contattati docenti per ricoprire determinate cattedre per le quali vi è più carenza di insegnanti (come ad esempio matematica) anche se non in possesso di tutti i requisiti.

E' certamente preferibile avere un titolo di studio come la laurea, in quanto più si hanno qualifiche più c'è probabilità di essere selezionati.

 

Messa a disposizione laurea triennale

 

E' possibile inviare la messa a disposizione anche se si è in possesso della sola laurea triennale. Non vi è infatti nessuna direttiva o legge che obbliga a inviare la messa a disposizione solo se in possesso di laurea magistrale.

 

Messa a disposizione sostegno

 

E' possibile inviare la messa a disposizione specifica su sostegno anche senza abilitazione, specificando la propria disponibilità a questo tipo di insegnamento. Essendoci forte carenza nel settore, molti docenti sono contattati anche se non abilitati. Chiaramente l'abilitazione per il sostegno rimane un titolo preferenziale.

 

Domanda messa a disposizione scuole private

 

Un settore tenuto meno in considerazione è quello delle scuole private. Infatti

 

Altri requisiti

 

Ulteriori specializzazioni, come master, corsi di perfezionamento o certificazioni informatiche, sono certamente dei valori aggiunti valutati positivamente a livello curriculare dai dirigenti scolastici.